Michele Chiarlo

Strada Nizza-Canelli | Calamandrana AT

Storia

Pietro Chiarlo nasce a Bubbio nel 1898 in una famiglia di contadini. Fin da adolescente lavora come garzone di campagna e poi a Canelli, in cantina, dove è addetto a lavaggio dei sacchi olandesi con cui si filtrava il Moscato. Nel 1935 nasce Michele Chiarlo, il primogenito di Pietro. Dopo le scuole medie, Michele riesce a farsi iscrivere alla scuola enologica di Alba «a patto di essere sempre promosso». Così fu, e nel 1956 Michele Chiarlo inizia la sua avventura da produttore vitivinicolo. Negli anni '90 i due figli di Michele entrano in cantina: Stefano si occupa della parte agricola ed enologica, e Alberto della parte commerciale e del marketing.

Persone

Michele, Stefano e Alberto Chiarlo continuano a lavorare seguendo la tradizione di una cantina familiare dal respiro internazionale. Attenzione ai dettagli, cura maniacale dei vigneti, vinificazioni nel rispetto dei terroir e dei vitigni, artigianalità delle lavorazioni. Caratteristiche che fanno di Michele Chiarlo una delle più importanti realtà vitivinicole del Piemonte, che crede esclusivamente sui vitigni autoctoni e su questi continua ad investire.

Vigneti

Fra i vigneti dell’azienda spiccano i Cru Cerequio a La Morra, Cannubi a Barolo, Asili a Barbaresco, La Court a Castelnuovo Calcea e Rovereto a Gavi.

Vini

I vini dell’azienda rispecchiano le grandi denominazioni del Piemonte, dai prestigiosi Barolo e Barbaresco fino ad arrivare al Gavi, passando per le iconiche Barbere d’Asti e Nizza Docg.

Visite in cantina

Visite e degustazioni sono possibili previo appuntamento.

VISITA IL SITO

CONTATTI TELEFONICI

Uffici:  +39 0141 769030