Serradenari | Giulia Negri

Via Bricco del Dente,19 | La Morra CN

Storia

La cascina trova il nome nella notte dei tempi, quando la peste nera spinge i contadini di Barolo e La Morra a scappare sulla collina più alta con i loro pochi denari. Dal 1450 è perciò “Sara D’né”, oggi sottozona ufficiale della Docg Barolo. La sfida di Giulia è quella dell’ ultima generazione di una famiglia che da 150 anni fa vino a Serradenari. La sua famiglia si chiama anche Diatto come il suo trisnonno che creò una delle prime automobili a Torino, Bodoni come il carattere inventato dall’avo tipografo, Chiappero come due deputati al Parlamento italiano e come suo padre Giovanni Negri, politico e autore di libri sul vino. Ora è tutto in mano alla giovane Giulia, soprannominata "Barologirl". Qualcuno la battezzò così perché lei voleva fare il vino a modo suo, come i suoi amici "garagistes" con i loro vini eretici, senza dogmi: poche bottiglie figlie di artigiani della vigna.

Persone

Per curare la vigna, fare i vini e girare il mondo per venderli, in azienda sono in quattro. C'è Giulia Negri, la Barologirl, suo padre Giovanni, Alessia, che si occupa di importatori e fiere, e Arianna, l' anima della Tartufaia con le sue cacce al tartufo bianco nel bosco. Serradenari non è più solo Barologirl: è Barologirls.

Vigneti

I vigneti sono nella parte più alta di La Morra, a Serradenari. Serradenari scende dai 536 metri della vigna più alta del Marassio fino ai 450 di Pian delle Mole, dove è stata ritrovata a cinque metri di profondità l’antica Mola (Macina del grano in dialetto locale) che ha forse dato il nome a La Morra. Con le sue vigne e il suo bosco è un corpo unico di 14 ettari con al centro la cantina, circondata da terreni fra loro molto diversi e dai grandi alberi del tartufo.

Vini

I vini prodotti da Giulia Negri sono il Barolo Marassio, il Barolo Serradenari, il Barolo La tartufaia, il Langhe Nebbiolo, la Barbera dìAlba e anche i due curiosi Langhe Chardonnay e Langhe Pinot nero.

Visite in cantina

Visite e degustazioni in cantina su prenotazione. In stagione è possibile effettuare la ricerca del tartufo bianco.

CONTATTI TELEFONICI

Uffici:  +39 0173.50119

CONTATTI EMAIL